L'ACCADEMIA

Nel 1987, al tempo del suo incarico come direttore musicale dell’Opera di Roma, il Maestro Gustav Kuhn ebbe per la prima volta l’idea di dar vita ad un’associazione di persone che, convinte della necessità di favorire lo sviluppo dell’arte in quanto mezzo indispensabile per l’accrescimento spirituale dell’uomo, unissero le proprie esperienze e capacità per raggiungere un comune obiettivo: formare artisti completi sul piano umano, culturale e professionale e promuoverli autonomamente al di fuori della macchina del business contemporaneo, in modo da imporli all’attenzione del mondo esclusivamente per il loro valore.

L’Accademia di Montegral, fondata dal Maestro Kuhn nel 1992, è la concretizzazione di questa idea. Essa ha sede, dal novembre del 2000, presso il Convento dell’Angelo, una grande e prestigiosa struttura di proprietà dei Padri Passionisti immersa nel verde dei monti che circondano la piana di Lucca. Qui l’Accademia ha trovato le condizioni ideali per svolgere la sua opera di formazione e promozione, la quale, rivolta a tutti gli artisti di valore che abbiano progetti interessanti da realizzare, si concentra con particolare attenzione su quelli che operano nel mondo del teatro musicale: cantanti, musicisti, direttori d’orchestra, compositori, registi, scenografi.

Questi, come è noto, devono oggi superare un difficile ostacolo: riuscire ad affermarsi in un sistema produttivo affetto da paralizzanti disfunzioni burocratiche, alterato da interferenze di carattere politico e sempre più condizionato da una spietata logica di mercato che impone spesso carriere forzate, lanci troppo accelerati, scelte strategiche affrettate o inadeguate - tutto ciò, naturalmente, a scapito della qualità sia degli allestimenti, sia delle prestazioni personali degli artisti.Di fronte a una tale situazione, causa principale del progressivo calo di interesse da parte del pubblico nei confronti dell’opera, l’Accademia di Montegral propone un suo progetto di rinnovamento delle basi del teatro musicale contemporaneo che si articola in due fasi tra loro strettamente connesse:

1. Fase di studio. Gli artisti, provenienti da ogni parte del mondo, hanno in Accademia la possibilità di prepararsi a fondo in tutta tranquillità, godendo degli enormi vantaggi psicologici offerti loro dall’atmosfera di pace e serenità che regna nello splendido Convento dell’Angelo. Qui essi, sotto la guida del Maestro Kuhn, dei suoi assistenti e degli uomini di cultura che collaborano con l’Accademia, perfezionano la loro tecnica, studiano attentamente le opere d’arte - grazie anche al supporto di una biblioteca che contiene, oltre al ricco fondo monastico (teologia, storia, filosofia, letteratura), anche un buon numero di testi di musica e di altri generi artistici - ampliano razionalmente il loro repertorio sulla base delle doti tecniche ed espressive di cui sono in possesso e, nel caso specifico dei cantanti, apprendono i modi dell’agire sul palcoscenico. Tutti ricevono una continua assistenza riguardo alle questioni personali, professionali e istituzionali.

 

2. Fase di applicazione. Una volta pronti, gli artisti hanno la possibilità di mettere in pratica quanto hanno appreso partecipando ai vari progetti realizzati autonomamente dall’Accademia in campo internazionale, oltre al teatro d’opera e alle varie discipline artistiche ad esso collegate (scenografia, design luci, costumi) coinvolge, nello specifico musicale, anche altri generi del repertorio vocale e strumentale antico, classico e contemporaneo - lied,

oratorio, musica da camera - estendendosi fino all’improvvisazione, alla didattica della musica nelle scuole e alla musicoterapia (strumentario Lindner).

3. Fase di carriera. Da tutto ciò risulta chiaro che l’attività dell’Accademia di Montegral non si identifica in alcun modo con quella di un’agenzia per artisti. Pur collaborando, infatti, con numerose agenzie sparse per il mondo, l’Accademia punta alla realizzazione di un progetto culturale che prevede innanzitutto la “formazione” di un artista, non il suo semplice “piazzamento”. Ciò significa che per godere dei numerosi benefici offerti dall’Accademia, compreso anche quello di un possibile inserimento nel mondo delle produzioni artistiche contemporanee, è condizione essenziale credere nei suoi obiettivi culturali adoperandosi attivamente perché si realizzino.

Questa filosofia di base è ciò che ha sedotto i numerosi soci che attualmente sostengono con entusiasmo l’Accademia di Montegral, tra cui anche diversi artisti di fama internazionale, come Francisco Araiza, Renato Bruson, Luciano Pavarotti(†), Monserrat Caballé(†), Lucio Dalla(†), Gérard Mortier(†), Lina Wertmüller, Albert Dohmen, Michela Sburlati, Andrea Silvestrelli, Marco Boemi, Davide Cabassi, Jasminka Stancul e Peter Papst.

Come sostenere l'accademia

Amici
Contributo di € 60,00 annui

Gli amici dell'Accademia saranno informati sulle attività che si svolgeranno al Convento dell’Angelo e, previo accordo, potranno anche visitare il Convento e soggiornarvi.

Soci sostenitori
Contributo a partire da € 250,00 annui

I soci sostenitori saranno informati sulle attività che si svolgeranno al Convento dell’Angelo e, previo accordo, potranno anche visitare il Convento e soggiornarvi. Essi saranno inoltre informati su tutte le attività musicali e artistiche dell'Accademia a livello nazionale e internazionale e potranno assistere gratuitamente alle prove degli spettacoli.

Per diventare amico o socio sostenitore dell'Accademia basta versare la quota prevista su uno dei conti correnti intestati all'Accademia di Montegral (vedi sotto) specificando nome, indirizzo e numero telefonico. A coloro che effettueranno il versamento verranno in seguito recapitate la rivecuta e la conferma d'iscrizione.

in Italia
c/c n. 112201
Banco Popolare Società Cooperativa
ag. Ponte a Moriano (LU)
ABI 05034 - CAB 13754
IBAN: IT26M0503413754000000112201
SWIFT (BIC): BAPPIT21S96

in Germania
Kontonummer 525251
Volksbank Regensburg, BLZ 750 900 00
IBAN: DE37750900000000525251
SWIFT (BIC): GENODEF1R01

 

© 2013 by A. Busche/Accademia di Montegral.

All rights reserved.